Descubrir
  1. Home
  2.  > 
  3. Descubrir
  4.  > 
  5. Historia

STORIA DEL CASTILLO MEDIEVALE

I Beauvau

Il Castello medievale di Rivau è intimamente legato alle vicende dell’illustre famiglia dei Beauvau. Imparentati ai conti d'Anjou, avevano il privilegio, fin dall'XI secolo, di rendere omaggio al loro sovrano stando in piedi, con la spada al fianco e il cappello sul capo.
Nel XIII secolo, i Beauvau passarono al servizio dei re di Francia. Successivamente si legarono ancora più strettamente alla famiglia reale attraverso le nozze di Isabella di Beauvau con Giovanni II di Borbone, nel 1454. Fedeli servitori dei re di Francia, numerosi sono i Beauvau che hanno sacrificato la vita per il loro sovrano.

L’edificio fu costruito nel 1420 e portato in dote nel 1438 da Anna de Fontenay al momento del matrimonio con Pietro di Beauvau, Primo Ciambellano di Carlo VII; fu lui che, nel 1442, ottenne l'autorizzazione per far fortificare il maniero, che divenne così uno dei primi castelli della Loira.

Il suo discendente, Francesco di Beauvau, capitano di Francesco I, costruì nel 1510, nella corte dei comuni, le scuderie monumentali, che fornivano gli stalloni reali. Francesco cadde durante la battaglia di Romagne, nei pressi di Bayard, il 30 aprile 1524.

beauvau au chateau du rivau

Il Cabinet de Beauvau.

Giovanna D’Arco e Rabelais

Trasformato nel corso del Rinascimento, in parte castello ornamentale e in parte fortezza, il Rivau è considerato uno dei siti più importanti della Turenna. François Rabelais lo cita, immaginando che Gargantua lo regali al suo capitano Tolmère, come ricompensa per le sue vittorie nelle guerre contro il re Pichrocole.

Durante il XVII secolo, il Rivau venne risparmiato da Richelieu perché sua sorella Francesca era sposata con Giovanni di Beauvau, signore del castello. Diventati principi di Lorena, i Beauvau lasciarono poi la Turenna. Il castello restò nelle loro mani per 247 anni. Verso la fine della Guerra dei Cento Anni giunsero al castello, rinomato per la qualità dei destrieri da guerra che vi venivano allevati, Giovanna D'Arco e i suoi compagni, per procurarsi dei cavalli da equipaggio prima dell’assedio di Orléans, nel 1429.

jeanne d'arc au chateau du rivau

Giovanna D’Arco

L’epoca moderna

Nel XVIII secolo, il marchese Michelangelo di Castellane, signore di Villandry, acquista il Rivau, nell’anno 1768. Il castello resterà in mano alla sua dinastia fino al 1796.
Nel 1918, lo scultore Alphonse de Moncel de Perrin, fra gli autori della decorazione del Petit Palais di Parigi, ottiene la classificazione del castello tra i Monumenti Storici.
Il pittore Pierre-Laurent Brenot vi abita dal 1960 al 1992.
Alla fine del XX secolo, con un colpo di bacchetta magica, il Rivau, dopo una campagna di restauri durata un decennio, ha ritrovato il suo splendore, e sembra essere nuovamente uscito da un libro illustrato di racconti e leggende. Seguite questo link per venire a visitare il castello medievale di Rivau.

Salones del castillo medieval